Progetto
Centro di Documentazione Attiva
e Archivio di Barbiana
Progetto

Centro di Documentazione Attiva e Archivio di Barbiana

Un Centro di Documentazione orientato alla progettazione

Il progetto del Centro di Documentazione attiva e Archivio di Barbiana si inserisce nelle attività del Centro Ricerche orientate a sostenere organizzazioni di diversa natura nella valorizzazione del proprio patrimonio documentale, che costituisce la memoria, la radice dei valori da cui si alimenta la vision e la mission dell’istituzione, dell’associazione, dell’impresa.
Nello specifico, questo progetto mira a sostenere e promuovere attività di formazione organizzate dalla Fondazione o da altri soggetti attivi nel mondo della scuola, dell’associazionismo e della Chiesa, che si ispirano al pensiero e alla testimonianza di don Milani. Progettando un Centro di Documentazione attiva che si ponga come laboratorio progettuale e di sviluppo di progetti che perpetuino, attualizzandolo, questo pensiero originale e innovativo.
Il progetto di un Centro di documentazione attiva prevede che si dia vita, al contempo, alla creazione di un Archivio della Fondazione stessa.
Un Archivio, come tutta la documentazione in questione, è per sua vocazione “multimediale”. E cioè affidato ai supporti più diversi: dalla carta all’audio- video, dalle fotografie fino agli oggetti didattici e ai luoghi fisici nei quali don Lorenzo operava.
L’Archivio che il Centro Ricerche sta progettato e di nuova concezione e, oltre alla creazione dell’Archivio storico milaniano, prevede anche:
– la creazione di un Archivio di deposito (documenti inerenti all’operato della Fondazione);
– la creazione di un Archivio corrente (documenti inerenti alle attività e ai progetti della Fondazione in corso).

Tecnologie e tocco umano per il community building

Il Centro di Documentazione, sostenuto da un’idea di Archivio diversa da quella del repository, nasce dalla relazione che si riuscirà a creare tra i contenuti milaniani e i bisogni di “uso” da parte dei diversi pubblici (dal mondo della scuola a quello religioso, dal mondo della ricerca alla non meno vasta galassia delle iniziative di interesse sociale).
Nell’ambito del progetto, quindi, il Centro di Documentazione parte da una forte sperimentazione tecnologica che recupera – e al tempo stesso alimenta – il lavoro parallelo sull’Ambiente Integrato di sAu. E diventa lo strumento di un progetto di relazione e community building con istituzioni, associazioni e altri portatori d’interesse che intende promuovere il confronto, la discussione, la promozione del pensiero e della creatività umana, con l’obiettivo di rimettere al centro del dibattito (su temi che vanno dalla scuola all’inclusione, dall’avvio al lavoro al accoglienza) l’opera, il pensiero, l’esempio di don Milani.

Il progetto con le scuole

In occasione del centenario della nascita di don Lorenzo Milani – previsto per il 2023 – il Centro Ricerche sAu, in collaborazione con la Fondazione don Lorenzo Milani, offre la possibilità alle scuole secondarie di primo e secondo grado di partecipare al progetto.
Ogni scuola può aderire al progetto con i propri insegnanti e una o più classi da loro seguite, e partecipare ad una serie di attività attraverso le quali gli insegnanti e i ragazzi potranno:

  • conoscere e approfondire alcuni dei temi cari a don Lorenzo Milani e all’esperienza di Barbiana (ad esempio: marginalità, importanza di conoscere le lingue, centralità della scrittura collaborativa, impegno per le persone in difficoltà);
  • attualizzare il pensiero di don Lorenzo Milani con progetti con i quale rielaborare e applicare a temi contemporanei le riflessioni del priore di Barbiana;
  • accedere, fruire e alimentare con i propri lavori il Centro di Documentazione Generativa e Archivio di Barbiana.
Costruiamo il Centro di Documentazione insieme alle scuole

Ogni classe avrà la possibilità di lavorare all’interno del Centro di Documentazione Attiva e Archivio di Barbiana, che sarà costruito progressivamente insieme a tutte le realtà coinvolte e parallelamente allo sviluppo dei progetti.
Insieme al Centro Ricerche e attraverso gli elementi del Centro di Documentazione Attiva e Archivio, saranno organizzati veri e propri laboratori all’interno dei quali docenti e studenti potranno:

  • accedere a momenti formativi e informativi;
  • accedere ai testi, alle lettere e ai documenti scritti da don Lorenzo sui temi a lui cari;
  • discutere quanto letto e visto in classe con i compagni e gli insegnanti, evidenziando punti di contatto e differenze con l’attuale momento storico e sociale;
  • progettare e realizzare testi, immagini, prodotti multimediali etc. che attualizzino il tema scelto;
  • condividere i testi e i prodotti multimediali realizzati con le altre scuole che hanno preso parte all’iniziativa.

Tutti i progetti saranno analizzati dal Comitato Tecnico Scientifico che sarà istituito per il progetto a garanzia del valore e della qualità dei risultati raggiunti.

In cosa consiste la partecipazione al progetto?

Nel dettaglio, per le classi partecipanti sono previste:

  • l’organizzazione di un corso di formazione riservato agli insegnanti coinvolti in cui sarà presentato e approfondito il progetto e l’ambiente di lavoro in cui lavoreranno insieme alle classi, e sarà definito insieme il tema da approfondire e il patrimonio di risorse testuali, iconiche e documentali disponibili;
  • la realizzazione di una Officina di sAu, parte del Centro di Documentazione attiva e Archivio di Barbiana, all’interno della quale sarà possibile accedere alle risorse individuate e lavorare ai progetti per attualizzarli
  • l’organizzazione di attività di tutoring a supporto di insegnanti e studenti per tutta la durata del percorso;
    l’organizzazione di un webinar finale in cui presentare i lavori realizzati da ciascuna classe.
Sei un docente o un dirigente di una scuola primaria o secondaria?
Vuoi partecipare al progetto con le tue classi?
Scopo e obiettivi del progetto

Lo scopo

Lo scopo del progetto è di offrire alla Fondazione don Lorenzo Milani un ambiente di lavoro che valorizzi la relazione e la cooperazione tra soggetti diversi in un’ottica transdisciplinare, facilitando la progettazione e la realizzazione collettiva di attività che contribuiscano all’attualizzazione del pensiero milaniano.
Il Centro di Documentazione attiva e l’Archivio ad esso collegato, infatti, saranno progettati e realizzati in base alle sperimentazioni condotte lavorando sull’Ambiente Integrato di sAu per mettere a sistema le specifiche necessità operative relative all’archivio e alla gestione degli oggetti in esso contenuti – archiviazione, documentazione, acquisizione dei materiali e conversione in formato digitale – con il fondamentale valore aggiunto che l’organizzazione e la strutturazione di flussi comunicativi adeguati (tra i partner e in relazione ai portatori d’interesse esterni) ricoprono in un progetto di community building.

Gli obiettivi

Offrire alla Fondazione don Lorenzo Milani un sistema che affianchi le attività per l’acquisizione, la gestione e l’attualizzazione del pensiero milaniano e, al tempo stesso, dia la possibilità a tutti i portatori d’interesse di dare un contributo – con i loro Progetti – allo sviluppo dell’archivio e alla Fondazione stessa.
A partire dalle proposte che le scuole vorranno progettare, realizzare con gli studenti e discutere con la Fondazione e con tutti gli interlocutori che saranno coinvolti con le attività previste.
Di seguito una selezione di documenti e contributi pubblicati che – attraverso la nostra sAu Library – contribuiscono a rafforzare il knowledge su questo progetto.

Matrix system: uno strumento di documentazione progettuale al servizio dell’intelligenza critica dell’uomo

È vero che le tecnologie, da sempre, rappresentano un elemento imprescindibile della vita dell’uomo: lo affiancano nelle sue attività, lo aiutano a organizzare i suoi pensieri, potenziano la sua forza e il suo impatto sulla realtà abilitando costantemente nuove capacità. Dietro alla loro progettazione, tuttavia, ci sono aspetti che condizionano fortemente il comportamento dell’utente [...]

Vuoi continuare la lettura?

Clicca qui

La centralidad del investigador y las métricas de la objetividad. Un sistema de documentación generativa (SDG) para las ciencias sociales y las ciencias humanas

El Center for Generative Communication de la Universidad de Florencia está trabajando en la realización de un sistema de automatización que quiere enfocar la atención en los objetivos culturales, sociales y económicos de cada investigación. Se trata de un Sistema de Documentación Generativa concebido y desarrollado para mejorar el trabajo de los investigadores [...]

Vuoi continuare la lettura?

Clicca qui
Entra nella comunità e partecipa al progetto!

Il Centro Ricerche scientia Atque usus per la Comunicazione Generativa e la Fondazione don Lorenzo Milani invitano le scuole secondarie di primo e secondo grado a partecipare al progetto e alla costruzione del Centro di Documentazione attiva e Archivio di Barbiana.

La partecipazione al progetto è libera e gratuita per tutte le scuole primarie e secondarie che siano interessate.

Per organizzare al meglio la partecipazione chiediamo a tutti gli interessati di compilare un veloce questionario milaniano su:
i temi del pensiero di don Lorenzo Milani che ritenete più interessanti, attuali, strategici al giorno d’oggi;
i laboratori, le attività, i progetti sul pensiero di don Lorenzo Milani che la classe/scuola ha già realizzato in passato;
una proposta sugli oggetti sui quali iniziare a lavorare (lettere e carteggi, appunti e note, interviste e filmati, fotografie, oggetti didattici, luoghi).

Tutte le risposte saranno prese in carico dal Comitato Tecnico Scientifico e, successivamente all’invio, sarete contattati per attivare la collaborazione.

Dal giornale del Centro Ricerche sAu

Di seguito una selezione dei nostri contributi pubblicati sul giornale del Centro Ricerche con i quali stiamo promuovendo il confronto sui temi relativi alle nuove tecnologie che valorizzano il tocco umano che affrontiamo con questo progetto.

TECNOLOGIE PER VALORIZZARE IL TOCCO UMANO
Scuola e cultura digitale
Ripartiamo da don Milani
di Ilaria Marchionne | 5/09/2022
Il contributo si interroga – e presenta iniziative specifiche rivolte agli insegnanti, alle ragazze e ai ragazzi delle scuole di primo e secondo grado – sul modo in cui gli ambienti virtuali di ultimissima generazione possono dare vita a spazi di documentazione e archiviazione che ridefiniscono il concetto stesso di “digitalizzazione”.
Una digitalizzazione che non deve essere più vista come la corsa contro il tempo per trasferire un documento cartaceo su supporto digitale, ma come un modo diverso di rispondere concretamente ad un bisogno di conoscenza nato da un interesse personale, un’iniziativa, un progetto.

Cosa sono i Quaderni di sAu

I Quaderni di sAu sono il giornale del Centro Ricerche.

Sono uno strumento di community building con il quale il Centro comunica i risultati, i dati e le informazioni che emergono dai progetti condotti attraverso le Officine di usus.

Ma anche un luogo nel quale tante voci, diverse per saperi, conoscenze, competenze, abilità, professionalità, ruoli sociali, ma unite da precise scelte valoriali, condividono e discutono una nuova cultura della Comunicazione nella prospettiva di una sua concreta attuazione.

Nei Quaderni di sAu si recupera il valore della scrittura come momento di riflessione, di dialogo e di confronto tra tante voci, diverse ma unite da precise scelte etiche, per discutere di una nuova cultura della Comunicazione.

Vai ai Quaderni di sAu

Un luogo di lavoro riservato ai partner del progetto

Le Officine di sAu sono l’ambiente dove si individua e si definisce la strategia di comunicazione che si ritiene più opportuna per un’organizzazione e i suoi stakeholder, trasformandola, passo dopo passo, in un pensare e agire comunicativo quotidiano per tutti i suoi portatori d’interesse.

Sei interessato a questo progetto?

Per ulteriori informazioni scrivi a: direzione@sau-centroricerche.org